La mia poesia

Mi esplode
nel sangue
nello stomaco
mi comprime il cervello
per poi scaricarsi con violenza
nelle mani
come tizzone ardente
per scaricare tutta la forza
nella penna che scorre
leggera
sul candido foglio
per immortalare
attimi
emozioni
passioni
e rendere tutti partecipi
sospeso
nel magico equilibrio del verbo

Post precedente

L’ultima

Partecipa alla discussione

Confronta le inserzioni

Confrontare